Progetto Evoluzione Ritmica: Carolina e Agnese presenti

Come tutto lo sport e la ginnastica, nello scorso mese di marzo anche il progetto Evoluzione Ritmica, promosso dalla Federazione Ginnastica d’Italia, è rimasto bloccato dall’emergenza sanitaria legata al Covid-19. Ora che, pian piano, le attività sportive stanno tornando alla normalità, il progetto seguito dalla Responsabile Prof.ssa Luciana De Corso ha fatto da apripista nell’ottica di una ripartenza in sicurezza delle diverse attività federali.

Le prime date dell’iniziativa, rinviate a data da destinarsi a seguito degli eventi pandemici, sono state recuperate. Infatti, 23 ginnaste sono arrivate nel Palazzetto di Terranuova Bracciolini per allenarsi con le tecniche Julieta Cantaluppi e Bilyana Dyakova. In un'atmosfera molto positiva e serena, si è fatta attenzione massima al rispetto dei protocolli di sicurezza per il contenimento del virus, che non hanno impedito alle ginnaste di svolgere il loro intenso lavoro in quattro giorni assolutamente produttivi. Nel mese di luglio e agosto proseguiranno le attività del progetto, sempre con la massima attenzione al rispetto delle regole, ma anche con la grande voglia di andare avanti e di proseguire nel percorso tecnico precedentemente impostato.

Inoltre, proprio la sede di Terranuova Bracciolini è teatro in questa settimana (da ieri 5 luglio fino all’11 luglio) del primo Gymcampus Nazionale di Ginnastica Ritmica, che vede la partecipazione di 28 ginnaste in presenza e 40 ginnaste che seguiranno tutte le attività online predisposte dalla Camp Director. Un buon auspicio per la ripresa delle attività di tutte le sezioni, per un' estate che rappresenti una rampa di lancio per una ripartenza collettiva.